Microsoft e l’Ultimatum alla terra

Di solito mi tengo lontano dai cinema sotto le feste: troppa gente e troppa monnezza proiettata nelle sale. Quest’anno però mi hanno fregato e sono finito a vedere “Ultimatum alla Terra”, remake dell’ominima versione del 1951. Tralasciamo l’analisi delle motivazioni per cui un produttore dovrebbe finanziare nel 2008 il remake di un capolavoro della fantascienza, con la praticamente totale certezza di profanare l’originale. Tralasciamo anche il fatto che a quel produttore ho portato dei soldi (sigh!). Tralasciamo la qualità complessiva del film, con scene elaborate da 3D Studio Max durante lo stage formativo di un corso per pensionati. Tralasciamo la pubblicità alla Honda Civic 5 porte, auto che peraltro adoro e che in Italia non viene neppure importata (doppia beffa): che i fuggitivi siano a bordo di una “Honda grigia a 5 porte” ce lo ricordano in tanti e a più riprese. Tralasciamo pure la pubblicità al McDonald’s, improbabile sede di un incontro che deciderà le sorti del nostro pianeta (questa cosa continua a strapparmi un sorriso).

Ma la pubblicità alla Microsoft NO!

Che c’era puzza di marketta l’avevo intutito quando la telecamera ha inutilmente indugiato sul pc portatile LG del bambino protagonista, evidenziandone la marca – veniale;

vlcsnap-6195588

il regista ha poi inquadrato il monitor, il bamboccio stava giocando a WoW, bella citazione, lo perdono. Ma successivamente, mentre il capoccione della NASA annuncia ai colleghi che abbiamo “sette punto due per dieci alla prima” minuti prima della catastrofe (questa battuta è per chi ha visto il film), uno strano non so che sui monitor dei pc mi richiama alla mente Windows Vista… niente di che, solo un’impressione, falso allarme. Per ora.

Purtroppo i miei sospetti trovano atroce conferma quando viene inquadrato il Netbook del Marine (!!!) addetto al conto alla rovescia per la catastrofe:

vlcsnap-6197781

Potrete apprezzare in basso a destra sulla cornice del monitor il bollino della vergogna. Troppo facile da rimuovere per non pensare che sia lì apposta. Il film è abbastanza banale da lasciarmi il tempo di rimuginare e realizzare che ho appena donato parte dei soldi del biglietto a Microsoft.

Ora credetemi, non è per fare il lamentoso o il polemico, ma questi bollini al cinema assumo dimensioni di circa 50×100 cm, e vederseli sbattuti in faccia a tutto andare non è piacevole! Già, perchè ovviamente la cosa è andata avanti… Poche scene dopo, infatti, la terra non è esplosa ed un ricercatore in camice bianco ci illustra cosa ha scoperto sopra un avveniristico tavolino touchscreen…

Già, proprio lui, Microsoft Surface!!!

vlcsnap-6199414

Che io dico, passi usare Surface, ma inquadrare lo splash screen col logo di Windows era proprio necessario???

Dopo questa apoteosi mi aspetto di tutto, e faccio bene visto che nell’ordine:

1) Viene mostrato chiaramente che nella sala operativa tutti i PC sono equipaggiati con Windows Vista:

vlcsnap-6312842

2) Il corpo dei Marines deve avere un contratto con Microsoft, visto che pure il tablet pc maneggiato dal sommo generale delle forze armate si presenta così:

vlcsnap-6321734

Inoltre, poche scene più avanti, ho pure conferma che la LG ha effettivamente foraggiato il film, altrimenti perchè inquadrare un cellulare che al cinema assume dimensioni inquietanti?

vlcsnap-6204945

Potrei andare avanti per ore: era fondamentale per la trama sapere che ore sono al momento in cui si svolge la seguente scena?

vlcsnap-6205012

Per la Citizen evidentemente sì…

Che pena.

Un consiglio: lasciate perdere questo film e noleggiatevi il dvd dell’originale del 1951, “The Day the Earth Stood Still”.

7 thoughts on “Microsoft e l’Ultimatum alla terra

  1. Se devo scegliere, direi la marketta Citizen è veramente la peggiore: pure l’orario mostrato è quello “classico” di ogni pubblicità!

  2. credo che Microsoft non abbia bisogno anche di questo tipo di pubblicità occulta in italia, considerato il grado di informatizzazione dell’utente medio, e la sua scarsa voglia di avventurarsi nella conoscenza di nuovi sistemi, rimane quindi il monopolizzatore assoluto del mercato italiano.

  3. c’è da dire che nella maggior parte delle pubblicità o film con computer compaiono dei Mac

  4. mamma mia quanto siete accaniti contro microsoft…ma neanche se vi avessero fatto qualcosa!!!! e poi non vedere un film solo perchè si usano apparecchiature con su windows è veramente da ipocreti…io questo film lo consiglio assolutamente perchè è molto bello da vedere…e cè da dire però che in molti film si vedono solo mac …e allora li va tutto bene?? ma finitela và…e non facciamo gli ipocreti che queste guerre tra aziende e sistemi operativi hanno stancato veramente a tutti!!!!

  5. @Tatò: Microsoft non e` certo il male incarnato, ma il film in questione e` decisamente sciapino. Comunque mi pare proprio si dica “ipocrIti”, non “ipocrEti”.

  6. @Andrea: che discorsi sono?
    allora non facciamo più pubblicità, tanto non ce n’è più bisogno. Le banche sono già famose, la MS è già famosa, …
    Hai la minima idea del significato delle pubblicità?

    Non credo certo che la pubblicità di Swiffer (giusto per dirne una) alle 8 di sera possa stimolarti in quell’attimo a pensare “cavolo, ora esco a comprare quella scopa, di certo spazza meglio la polvere”. E’ un modo per “abituare” la gente 🙂

    @Emanuele90: sì, nei film fighi. Evidentemente questo film, da quello che dice masci, è una cagata, quindi merita di avere MS 😛

Comments are closed.